Critical Thinking – 4 Sviluppare il proprio argomento

In breve: le slide relative alla quarta settimana di corso sul Critical Thinking, tradotte in italiano

Ebook – Dimensione immagini con Disegno di Open Office

Open Office logo

In breve: come dimensionare le immagini da inserire in un ebook

Come saprai, se hai letto il mio ebook, io utilizzo per costruire i libri digitali con gli studenti l’applicativo Documenti di Open Office. In questa fase della costruzione, dopo che ho scaricato il libro in .odt da Google Documenti, usato per la scrittura collaborativa, inserisco le immagini che hanno prodotto gli allievi.

Normalmente me le presentano con formati ed estensioni diverse, mentre, è opportuno omogeneizzare questi attributi e far sì che nell’ebook abbiano dimensioni simili e la stessa estensione.
Succede infatti che nella trasformazione in .epub, se le immagini non sono ben dimensionate possono, sui vari dispositivi, risultare diverse da quello che ci si aspetta. Si sa inoltre che tanti applicativi di lettura permettono l’ingrandimento per poterle visualizzare meglio, come quelli in uso su smartphone, tablet e ereader.
Le immagini non ben formate e dimensionate possono appesantire molto il file dell’ebook, mentre è buona cosa, costruire ebook leggeri.

Trascuro al momento altre azioni come il ritaglio e il miglioramento della qualità dell’immagine, mi concentro solo sulla dimensione e il formato. Di seguito la procedura che utilizzo:

1.  Apro l’applicativo Disegno di Open Office, quindi Menu, Inserisci —> Immagine —> Da file

madri

Quella che vedi è l’immagine che occupa tutta la larghezza della pagina. Mantieni l’immagine in selezione, con i quadretti verdi.

2.  Sempre dal menu scelgo Formato —> Posizione e dimensioni, compare una finestra, questa:

dimensione immagine

Non interessa la posizione, bensì la dimensione. Sostituisco le dimensioni originali con le mie facendo attenzione che sia spuntata la casella Mantieni rapporto. Normalmente do all’immagine in orizzontale una dimensione massima di 10 -12 cm in larghezza. Stessa cosa per l’altezza se l’immagine si sviluppa in verticale. Guarda la trasformazione:

disegno_3

Il risultato è questa immagine ridimensionata:

madrid_p

3.  Passo ora al salvataggio dell’immagine nel formato che desidero, cioè .jpeg :

Sempre con l’immagine selezionata vado in menu e scelgo File —> Esporta

Si apre una finestra in cui nomino l’immagine e scelgo il percorso di salvataggio e, nella parte inferiore, metto le opzioni come da disegno:

salvare immagine

Adesso l’immagine è pronta per essere inserita nel documento di Open Office prima della trasformazione con Writer2ePub.

Critical Thinking – 3 Valutare gli argomenti

In breve: le slide relative alla terza settimana di corso sul Critical Thinking, tradotte in italiano

Critical Thinking – 2 Valutazione delle prove: credibilità e rilevanza

In breve: le slide relative alla seconda settimana di corso sul Critical Thinking, tradotte in italiano

Critical Thinking – 1 Concetti essenziali

In breve: le slide relative alla prima settimana di corso sul Critical Thinking, tradotte in italiano

ePub e mobi su wordpress

functions

In breve: come permettere a wordpress di caricare file .epub e .mobi

Da tempo avevo necessità di caricare i file degli ebook fatti dai miei studenti. Avevo più volte cercato inutilmente in rete un tutorial, ma l’unico sistema sembrava quello di zippare i file.

Finalmente oggi l’ho trovato e, con un po’ di pazienza e l’aiuto di un amico, Lillo Sciascia, siamo riusciti ad aggiungere i codici nei file.

Ho fatto riferimento a questo articolo di Adriana Napolitano ePub e Mobi su WordPress che spiega come procedere sui due file da editare, che sono:

  1. functions.php dentro la cartella del proprio tema che sta dentro la cartella content
  2. .htaccess

I risultati li vedi qui sotto con un ebook di prova:

giovani fotoreporter.epub

Giovani fotoreporter – AA.VV.mobi

Erasmus+ K2 – il blog

IMG_1800In breve: il blog del gruppo italiano che partecipa ad un progetto Erasmus+ K2

L’IIS “Giuseppe Luosi” di Mirandola partecipa con diversi progetti all’Erasmus+. Uno di questi riguarda la definizione di uno spazio curricolare in cui sviluppare l’intervento di:

“La risposta della scuola ai problemi giovanili”

Sono programmati diversi incontri nelle nazioni dei gruppi che partecipano: Italia, Germania, Ungheria e Portogallo. Al momento si è appena concluso il primo incontro a Dobrich in Bulgaria.
Su questo blog si posteranno i lavori del gruppo che si concluderanno a Porto nel 2016.

erasmusplusdobrich