Danza Moderna – Due improvvisazioni

Succede che la mia scuola, il Liceo G.Pico di Mirandola annesso all IIS G.Luosi, dopo il terremoto del Maggio 12 non ha ancora tutte le strutture necessarie per la didattica, in particolar modo gli edifici per le lezioni di Scienze Motorie. Mi sono per questo ingegnata con gli studenti a trovare spazi alternativi alla ressa del Palazzetto dello Sport in cui si lavora in tre gruppi alla volta, spesso in spazi non adeguati.

Quest’anno, oltre all’uso della piscina del Centro Nuoto, abbiamo chiesto ospitalità al Pantheon Club che ha a disposizione sale muscolazione e salette per fitness. Così per due classi seconde, ho organizzato due gruppi di lavoro: uno per attività di fitness con le macchine, uno per improvvisazioni di danza moderna di cui di seguito i due video delle brevi combinazioni ideate dalle studentesse e da me guidate in sole tre lezioni:

L’idea didattica è di tipo creativo in quanto si rifà alla combinazione di gesti abituali ripresi dalle modalità espressive e rituali della danza africana che, per niente astratta, non fa altro che riproporre movimenti riferiti alla quotidianità come zappare, seminare, raccogliere i frutti della terra, lavorarli per essere consumati, ecc.

Nella nostra civiltà, sono altri i gesti che andiamo a compiere come, ad esempio, rispondere al cellulare, farsi un tè, asciugarsi i capelli con il phon, studiare, ecc. che, nella elaborazione in forma di danza non sono più riconoscibili perché ampliati, esasperati, ritmati diversamente rispetto alla loro esecuzione originale.

Non è stata introdotta nessuna tecnica particolare, tranne un’attenzione alla tenuta degli arti inferiori nelle posizioni I e II in parallelo e alla respirazione. Nell’esecuzione ho lasciato ampi margini di libertà individuale, nessun ritmo imposto e la musica, aggiunta solo al termine, ha avuto solo lo scopo di accompagnamento all’esecuzione.

7 pensieri riguardo “Danza Moderna – Due improvvisazioni”

  1. Danza moderna al liceo!! Ho trovato quest’idea innovativa e divertente, dopo 10 anni passati in compagnia della danza classica e qualche spunto di contemporanea ho avuto piacere di giocare con queste discipline insieme alle mie amiche: ci siamo impegnate sia con la mente sia con il corpo tentando di dar vita ad un’espressività personale ed è stata una bella esperienza per tutte! Grazie, Anna

  2. Non mi è mai capitato di improvvisare un balletto e per me questa è stata un’esperienza nuova sotto ogni aspetto. Insieme ci siamo impegnate e divertite, ottenendo un bel risultato e componento un balletto molto aggrazziato. Personalmente ho trovato quest’iniziativa un’attività molto interessante e rilassante, in cui ho scoperto aspetti nuovi della danza. Grazie, Luana.

  3. ritengo che proporre danza moderna come attività fisica alternativa sia stata un’idea molto innovativa e divertente; infatti, dato che non era necessario avere delle basi tecniche per creare e provare una coreografia, sono riuscita ad apprezzare pienamente questa esperienza. Commento di Cecilia.

  4. Impegno e creatività per un risultato,a mio parere,ottimo.
    Un’attività alternativa e molto divertente che mi ha permesso di conoscere e sbizzarrire la mia fantasia per poter creare un balletto di danza moderna. Vorrei ringraziare la prof. Zibordi per la bellissima idea,ma soprattutto le mie compagne che mi hanno accompagnato in quest’esperienza interessante e formativa.
    Grazie, Maria.

  5. Ero scettica inizialmente visto che non ho mai amato la danza, ma ad ogni lezione mi appassionavo sempre di più. È stata un’attività divertente, diversa dal solito, sicuramente da rifare Ho capito che attraverso la danza si stringono e consolidano i legami, aiuta le persone ad aprirsi e a non vergognarsi. Grazie, Lucia.

  6. L’idea che ci è stata proposta quest’anno è a dir poco piacevole. Dopo questa questa grande esperienza, ritengo che la danza moderna sia non solo un particolare e produttivo strumento di espressione ma anche un metodo per trovare o ritrovare la propria personalità… nei movimenti del corpo! Vorrei ringraziare vivamente la professoressa Zibordi per l’opportunità a noi proposta, che si è rivelata davvero ottima. Grazie, Chiara!

E tu, cosa ne pensi?