Scuola Digitale Carpi #4

google drive

Quarto incontro

Durante la lezione precedente vi ho presentato il primo degli strumenti per impostare una didattica collaborativa utilizzando, sia i dispositivi personali che gli studenti hanno a casa o portano con sé in classe (laptop o tablet), sia la LIM. Si tratta di Google Drive.

Per poter utilizzare questa metodologia è necessario che la classe sia dotata di un accesso ad Internet, cosa che non avviene ancora in tutte le scuole ma, come si è detto durante le discussioni, è necessario che si pensi ad una situazione che faciliti l’apprendimento connettivo in cui, avere la rete funzionante, è una condizione necessaria. Per cui vi invito ad insistere con chi di competenza per avere ciò che serve.

Di Drive, che si può anche scaricare come applicazione per mobile da apple store o google play store, ma che, ricordiamo, in questa versione non ha tutte le funzioni da PC o mac, abbiamo visto gli applicativi più importanti, che sono quelli che vedi nell’immagine qui sotto:

G_Drive_apps

Brevemente:

  • Cartella: per ordinare i file secondo proprie categorie
  • Documenti: simile all’editor di testo word – Questo applicativo serve per scrivere pagine di testo che possono essere poi scaricate in vari formati;
  • Presentazione: simile a power point – per organizzare lezioni che, però, vanno presentate da uno o più relatori;
  • Foglio di lavoro: simile a excel – per organizzare dati e relativi grafici, anche con simulazioni.
  • Modulo: per creare questionari online i cui esiti finiscono su un foglio di lavoro
  • Disegno: app per disegnare.

Ciascun applicativo può essere condiviso il scrittura, in lettura o per annotazioni.

Sempre relativamente all’utilizzo della didattica partecipativa, costruttivista e connettivista, abbiamo sottolineato la differenza tra:

collaborative writing: tutti gli interessati intervengono sullo stesso argomento e costruiscono insieme un percorso di apprendimento. (Più difficile perché ci vuole molta omogeneità di competenze e affiatamento all’interno del gruppo);

cooperative writing: ciascun gruppetto interviene in una porzione di conoscenza e costruisce insieme agli altri gruppetti l’unità di apprendimento. (Soluzione consigliata. Per questo vi invito a strutturare il file di condivisione in modo che ciascun gruppo sappia dove, come e quanto scrivere, ad es. nominare le slide, dare spazi al doc di testo oppure dare fogli separati nel foglio di calcolo per le simulazioni.

L’attività che propongo per l’estate è quella che ciascun gruppo di lavoro deve organizzare almeno due delle forme di app presentate per costruire una breve unità di apprendimento. Le  vedremo insieme a Settembre. Il vostro ruolo è quello, prima di docenti che organizzano e strutturano il file (architettura organizzata di interventi), poi quello di studenti che riempiono di contenuti rielaborati da far leggere o presentare o simulare.

In piattaforma Indire ho già inserito le prossime date che saranno il 18 e il 24 Settembre, dalla 14 alle 18. Ricordo ancora di entrare anche per effettuare le ore online che saranno 20 in totale. Vi sollecito anche a prendere visione di altri documenti in rete, come ad es., quelli che potete scaricare e ricaricare in piattaforma dalla rivista Bricks o da altri siti che trattano di didattica e web. Infatti, se trovate link interessanti, condivideteli sul forum. Come ho detto, ci sono anche gruppi molto attivi su Facebook che potete copiare dal mio profilo.

Comunque mi farò vedere in piattaforma, ogni tanto anche voi date un’occhiata.

A tutt* Buona Estate 😉

E tu, cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.