Esame di Stato – consigli per la tesina

tesina

link immagine

In breve: il mio decalogo per fare bella figura presentando l’argomento a scelta durante l’Esame di Stato

Precisiamo: la parola “tesina” è sparita dalla normativa. Secondo l’art.21 del OM 252 2016, il comma 2 recita: “Il colloquio ha inizio con un argomento disciplinare o pluridisciplinare, scelto dal candidato, anche riferito ad attività o esperienze attuate durante l’ultimo anno del corso di studi.” Nella sostanza, l’impianto della prima fase del colloquio rimane pressoché uguale a prima, se non più ampio.

L’anno scorso un collega, Ermanno Ferretti,  ha pubblicato un decalogo , che ti invito a leggere, a cui ne ho aggiunto uno personale che riporto qui sotto:

  1. Inserire una biblio-sitografia dignitosa con almeno un paio di voci autorevoli per ogni argomento proposto;
  2. Se la presentazione ha oggetti multimediali mettere solo l’estratto che interessa. Alla commissione scoccia ascoltare una brano intero o guardare 5′ di film;
  3. Stesso discorso per i testi: non si mettono 10 poesie dello stesso autore, scegliere la più rappresentativa o quella che si vuole commentare, a meno di un percorso monografico;
  4. Nell’intervento in lingua straniera mettere 2 o 3 slide che spieghino il percorso anche a quel commissario che si è fermato all’inglese del liceo o non lo sa proprio;
  5. Alle eventuali domande non rispondere con: “questo il prof non ce l’ha spiegato, non l’ho letto, ecc.”, ma provare a rispondere e collegare, anche con percorsi laterali;
  6. Se si fa riferimento ad un testo o a un film, bisogna quanto meno averlo letto, visto tutto;
  7. Cronometrare a casa l’intervento parlando a velocità normale senza aggredire l’ascoltatore (dopo pochi minuti di questo ritmo la commissione stacca la spina);
  8. Non dire “adesso passo a italiano, storia, scienze ecc., ma indicare il link seguito: mi collego a questo argomento perché…
  9. Non riempire la presentazione di testi, non li legge nessuno. Scrivere l’indispensabile, accompagnato possibilmente da un’immagine esplicativa. Giocare anche sull’ironia;
  10. A me, come presidente, piace constatare che ci sia passione per qualche argomento culturale. Fare la tesina o collegamenti di Scienze Motorie solo se si ha qualcosa di interessante da dire. Mai irritare il presidente 🙂